Cos’è la certificazione UL 2272

Hai sentito parlare della certificazione UL 2272, ma non sai di cosa si tratta? Non temere perché questo è abbastanza normale. Infatti, non è per niente evidente dal nome, ma la UL 2272 è una certificazione molto specifica che si occupa di hoverboard elettrici.

La certificazione UL 2272 è stata sviluppata da Underwriters Laboratories (UL), una società americana indipendente che funge da organizzazione globale di scienza della sicurezza. È stata lanciata a febbraio 2016 ed è stata la prima certificazione di sicurezza appositamente creata per gli hoverboard. Con una certificazione UL, i consumatori possono essere certi che i prodotti acquistati siano conformi agli standard internazionali di sicurezza e antincendio.

I prodotti certificati UL dovranno avere un certificato di conformità e ogni prodotto dovrà avere l’etichetta olografica UL Enhanced Mark. L’adesivo ha un aspetto molto distinto e difficile da contraffare e dovrebbe essere la prima cosa da cercare quando si acquista un dispositivo di mobilità personale.

certificazione UL-2272

Per maggiori informazioni sulla certificazione UL 2272 puoi consultare la pagina ufficiale.

È dunque sempre opportuno assicurarsi che l’hoverboard che stai acquistando sia certificato secondo UL 2272. I laboratori sottopongono questi mezzi a una serie rigorosa di ispezioni per assicurarsi che siano sicuri; di seguito è riportato un elenco di test richiesti da UL per certificare uno scooter secondo UL 2272 (Sistemi elettrici per scooter con bilanciamento automatico).

Come si ottiene la certificazione UL 2272

Prima di ottenere una certificazione UL 2272, un prodotto deve essere sottoposto a una serie di test che ne garantirà un utilizzo sicuro anche nelle condizioni più difficili.

  1. Sicurezza elettrica: la batteria dell’hoverboard attraversa diversi cicli di sovraccarico e sovraccarico, oltre ai normali cicli della batteria, per garantire l’integrità del suo sistema elettrico.
  2. Prove meccaniche: i monopattini autobilanciati subiscono una quantità insolita di stress meccanico, che può danneggiare la batteria nel tempo. Gli hoverboard sono sottoposti a ripetuti colpi e test di vibrazione per verificare se le parti possono allentarsi e causare danni alla batteria. Un test di caduta verifica anche se il guscio esterno dell’hoverboard può essere danneggiato, il che può eventualmente causare danni ai suoi componenti interni.
  3. Test ambientali: gli hoverboard sono soggetti ai consueti fattori ambientali che possono incontrare nel mondo reale come pioggia, spruzzi d’acqua e parziale immersione in acqua. Inoltre attraversano un intenso ciclo termico. Questo viene fatto per garantire che l’acqua non penetri nei circuiti interni del dispositivo.
  4. Test dei materiali e dei componenti: questi test vengono eseguiti per verificare come i componenti non metallici del dispositivo reagiscono al calore e alla fiamma. Viene eseguito un test del rotore bloccato per verificare se il motore è in grado di resistere a uno scenario in cui è impedito il movimento del rotore. In queste condizioni, infatti, i motori tendono a surriscaldarsi.
  5. Valutazione finale e valutazione delle istruzioni: infine, UL verifica se il prodotto fornisce una documentazione sufficiente per indicare all’utente l’uso sicuro e la corretta pratica di ricarica della batteria. L’hoverboard dovrebbe anche riportare le informazioni con il nome del produttore, la data di produzione, il modello o il part number e la valutazione elettrica del dispositivo.

L’elenco sotto riportato proviene dalla scheda “UL/Sicurezza” dal sito Hoverboard SwagTron T3. Questi test hanno lo scopo di garantire la sicurezza del dispositivo dal punto di vista elettrico e degli incendi. Non vengono quindi valutate le prestazioni, l’affidabilità o la sicurezza dell’utilizzatore.

  • Test di sovraccarico
  • Test di corto circuito
  • Test di scarica eccessiva
  • Test di temperatura
  • Test di carica squilibrata
  • Test di tensione dielettrica
  • Test di resistenza di isolamento
  • Test di vibrazione
  • Shock Test
  • Crash test
  • Prova di caduta
  • Test di stress da muffa
  • Test dell’esposizione dell’acqua
  • Test degli effetti del cambiamento di temperatura differenziale estremo
  • Prove di scarico della trazione
  • Test di sovraccarico del motore
  • Rotore bloccato nel motore
  • Test di resistenza alla fiamma